Archivio della categoria 'hollywood movie'

venerdì, 22 maggio 2015
Annie the movie!

image
image
image
image
image
image
image
image

Ciao a tutti amici!

dopo molto tempo eccomi di ritorno nel mio blog :)

Questa volta vi parlero’ del film “Annie”, a me molto caro che guardavo

spesso da bambina infatti correva l’anno 1982 quando arrivo’ nelle sale

cinematografiche.

Il film e’ tratto dal famoso musical omonimo Annie e segna l’esordio

sullo schermo dell’attrice Aileen Quinn all’epoca era solo una bambina,

interpreta egregiamente il ruolo di Annie, tanto da ottenere una nomination

al golden globe come migliore attrice.

Al suo fianco il bravissimo Albert Finney nel ruolo del miliardario che salvera’

Annie dall’orfanotrofio.

Nel film molte bambine fanno da spalla ad Annie nel ruolo delle altre orfanelle

del collegio, indimenticabile e’: Molly, bimba fragile e dolce.

Nel film un altro personaggio restera’ per sempre nella nostra

memoria bambina, un po’ ci ha terrorizzato con il suo cinismo un po’

ci ha divertito per il suo modo di fare strambo: Miss Hannigan :)

l’attrice Carol Burnett da il meglio di se in questo film entrando pienamente nel

personaggio della spietata direttrice del collegio.

Il film e’ accompagnato da bellissime canzoni la piu’ celebre e’:

Tomorrow (in Italia Domani , interpretata da Ilaria Stagni).

La mia canzone preferita restera’ per sempre Maybe (forse) dolce e commovente.

Spero di non avervi annoiato con questo piccolo post che vuole essere

un ricordo per tutti i nostalgici anni 80 :)

martedì, 24 maggio 2011
Heartburn – Affari di cuore

Uno dei film che rivedo spesso e con piacere è Heartburn-affari di cuore con Meryl Streep nel ruolo di (Rachel) e Jack Nicholson  (Mark).

La regia è di Nora Ephorn (Harry ti presento Sally-Insonnia d’amore) la storia è liberamente ispirata al matrimonio della regista.

Due giornalisti in età non più giovanissima si amano e poi si sposano e dopo breve tempo hanno una figlia.

Durante la sua seconda gravidanza Rachel scopre che Mark la tradisce e da questo momento in poi il suo matrimonio va in crisi.

Non so perchè questo film mi abbia sempre colpito fin da bambina..

credo che però il merito l’abbia la colonna sonora di Carly Simon che con la sua canzone  coming around again ti trascina per tutto il film in una atmosfera di sentimentalismo e di romanticheria.

Inoltre questo film del 1982 mi fa sorridere per l’abbigliamento tipicamente anni 80 di Meryl Streep che con i suoi capelli cotonati e gli occhialoni da nerd supera alla grande la sua prova di attrice drammatica anche in questo ruolo.

Vien anche voglia di prendere a schiaffi Jack Nicholson per la sua faccia tosta e cinismo ma in fondo e soprattutto la sua interpretazione che da ritmo alla storia.

Da ricordare anche una breve apparizione del giovanissimo Kevin Spacey che all’epoca del film aveva 27 anni.

Da vedere assolutamente!

111259b_heartburn-affari-di-cuore-visore

locandina

martedì, 27 luglio 2010
The Big Kahuna – Il monologo


The Big Kahuna – Il monologo
http://www.youtube.com/watch?v=h76khiRvI7w

Goditi potere e bellezza della tua gioventù. Non ci pensare. Il potere di bellezza e gioventù lo capirai solo una volta appassite. Ma credimi tra vent’anni guarderai quelle tue vecchie foto. E in un modo che non puoi immaginare adesso. Quante possibilità avevi di fronte e che aspetto magnifico avevi! Non eri per niente grasso come ti sembrava. Non preoccuparti del futuro. Oppure preoccupati ma sapendo che questo ti aiuta quanto masticare un chewing-gum per risolvere un’equazione algebrica. I veri problemi della vita saranno sicuramente cose che non ti erano mai passate per la mente, di quelle che ti pigliano di sorpresa alle quattro di un pigro martedì pomeriggio. Fa’ una cosa ogni giorno che sei spaventato: canta! Non essere crudele col cuore degli altri. Non tollerare la gente che è crudele col tuo. Lavati i denti. Non perdere tempo con l’invidia: a volte sei in testa, a volte resti indietro. La corsa è lunga e, alla fine, è solo con te stesso. Ricorda i complimenti che ricevi, scordati gli insulti. Se ci riesci veramente, dimmi come si fa… Conserva tutte le vecchie lettere d’amore, butta i vecchi estratti-conto. Rilassati! Non sentirti in colpa se non sai cosa vuoi fare della tua vita. Le persone più interessanti che conosco a ventidue anni non sapevano che fare della loro vita. I quarantenni più interessanti che conosco ancora non lo sanno. Prendi molto calcio. Sii gentile con le tue ginocchia, quando saranno partite ti mancheranno. Forse ti sposerai o forse no. Forse avrai figli o forse no. Forse divorzierai a quarant’anni. Forse ballerai con lei al settantacinquesimo anniversario di matrimonio. Comunque vada, non congratularti troppo con te stesso, ma non rimproverarti neanche: le tue scelte sono scommesse, come quelle di chiunque altro. Goditi il tuo corpo, usalo in tutti i modi che puoi, senza paura e senza temere quel che pensa la gente. E’ il più grande strumento che potrai mai avere. Balla! Anche se il solo posto che hai per farlo è il tuo soggiorno. Leggi le istruzioni, anche se poi non le seguirai. Non leggere le riviste di bellezza: ti faranno solo sentire orrendo. Cerca di conoscere i tuoi genitori, non puoi sapere quando se ne andranno per sempre. Tratta bene i tuoi fratelli, sono il miglior legame con il passato e quelli che più probabilmente avranno cura di te in futuro. Renditi conto che gli amici vanno e vengono, ma alcuni, i più preziosi, rimarranno. Datti da fare per colmare le distanze geografiche e gli stili di vita, perché più diventi vecchio, più hai bisogno delle persone che conoscevi da giovane. Vivi a New York per un po’, ma lasciala prima che ti indurisca. Vivi anche in California per un po’, ma lasciala prima che ti rammollisca. Non fare pasticci con i capelli: se no, quando avrai quarant’anni, sembreranno di un ottantacinquenne. Sii cauto nell’accettare consigli, ma sii paziente con chi li dispensa. I consigli sono una forma di nostalgia. Dispensarli è un modo di ripescare il passato dal dimenticatoio, ripulirlo, passare la vernice sulle parti più brutte e riciclarlo per più di quel che valga. Ma accetta il consiglio… per questa volta.

Ah io me lo ripeto ogni giorno!peccato per chi non se la gode veramente la vita..

venerdì, 25 giugno 2010
Miss Hobby!

News in AliceGlitter^__^

Da oggi è possibile acquistare le mie creazioni anche in MissHobby!

Ho scelto questo sito perchè molte ragazze spesso mi hanno chiesto come acquistare in etsy non essendo pratiche del cambio dollaro/euro.

Ecco perchè la scelta di aggiornare anche un piccola vetrina italiana:)

Vi aspetto allora!

http://www.misshobby.com/it/negozi/aliceglitter

Le novità di questo mese sono:

Little woman, una serie di bamboline in fimo ispirate al romanzo più amato dalle ragazze:

4686590294_1f71986282_b

Ragazza Pan di stelle/Star cookies

La ragazza pan di stelle ama proprio alla follia i biscotti al cioccolato,tanto da indossarli come cerchietti per capelli^______^

4729460035_eba9703d68_b(2)4729459819_876e3a162c_b

Ciuffetti di panna:

4614990432_08eff3380e_oAlice in wonderland:

4701883624_ca9940f6ce_bTagliatele la testaaaaaa!

4574873680_5316d0f26d_oColazione da Tiffany:

4706067952_650d3a1ef0_b4706067770_6dd87ab03c_bPossono bastare allora?

^___________^

http://www.misshobby.com/it/negozi/aliceglitter

lunedì, 31 maggio 2010
Le ragazze sono tornate e sono tornate bene!

Quando ho saputo di un nuovo film di sex and the city ho pensato che forse dopo il primo film non sarebbe stato necessario realizzarne un altro.

Il fascino del telefilm di Sex and the city che ormai è diventata una serie cult, avrebbe potuto rischiare di cadere nella monotonia con due film realizzati come un prodotto commerciale.

Ma ogni volta che sul grande schermo le ragazze tornano, mi sembra di rivedere qualcuno di famiglia.

Credevo che questo secondo film mi avrebbe deluso e invece così non è stato.

Rivedere le ragazze è sempre bello anche se loro sono un tantino più stagionate e con qualche accenno di botox.

La produzione ha anche fatto sapere che molto probabilmente seguiranno velocemente anche altri film di sex and the city perchè le protagoniste ormai hanno una certa età.

Ma io credo che questo non sia un problema, penso che le ragazze anche a 60 anni saranno sempre le ragazze e che tutti noi saremo sempre felici di rivederle.

Quando ho iniziato a seguire sex and the city avevo 27 anni ed ero una semi single con una storia sentimentale non fissa e un Mr Big che andava e veniva proprio come Carrie.

Le ragazze con le loro storie così vere mi hanno tirato un sacco di volte su il morale i 100 episodi della serie sono tanti da vedere nei momenti di crisi:)

Oggi ho sposato il mio Mr Big ma ieri al cinema c’èrano tante nuove Carrie sedute dietro di me che sognavano come aveva sognato io qualche anno fa..

Questa è la chiave del successo di sex and the city: la vita vera.. la storia di tutte le ragazze!

img_72352_lrg

4655332233_52d2b8db6a

lunedì, 11 gennaio 2010
The Miracle Worker

The Miracle Worker,è uno dei film legati alla mia infanzia.

Negli anni 80 quando ero  bambina,di solito durante il periodo di Natale o di Pasqua spesso

veniva trasmesso questo film.                                                                                                                                   

E’ la storia di Helen Keller (interpretata da Patty Duke), una ragazzina sorda e cieca, straviziata

dai genitori che assecondano ogni suo capriccio.                                                                                      

Dopo svariati tentavi i genitori decidono di rivolgersi ad un’istitutrice  Annie Sullivan (Anne Bancroft).

Anna_dei_miracoli

Annie, decide di isolare la piccola Ellen dai genitori, insegnandole il linguaggio dei segni ma

soprattutto a cercare di far capire alla ragazza il significato delle parole, all’inizio i suoi tentativi

sembrano essere vani, Ellen non vuole cedere alla severità della maestra..ma proprio quando

sembra impossibile, alla fine riuscirà finalmente a capire gli insegnamenti di Annie e avere il

suo riscatto nella vita.                                                                                                                        

L’interpretazione di Patty è impressionante, un vero prodigio a soli 16 anni riesce

perfettamente ad interpretare un ruolo così difficile ed intenso.                                                              

Il film girato dal regista Arthur Penn nel 1962 segna il successo di Patty Duke che sarà premiata

con l’oscar come miglior attrice non protagonista, si tratta del primo Oscar assegnato ad

un’attrice di soli 16 anni.                                                                                                                                       

Patty Duke, si fece notare naturalmente anche per altre interpretazioni per il grande cinema,

ma la sua interpretazione di Ellen sarà sempre il ruolo che l’ha resa immortale per il pubblico.

La storia di Ellen Keller ha ispirato anche il cartone animato giapponese: Garusu no Kamen “La

maschera di vetro” qui in Italia più noto come:Il grande sogno di Maya.                                          

Nel cartone la protagonista: Maya Kitajima interpreterà il ruolo di Ellen Keller per il teatro,

dando la possibilità così anche ad un pubblico più giovane di poter conoscere questa intensa

storia.

il_grande_sogno_di_maya_01

Proprio qualche giorno fa ho rivisto l’episodio del cartone animato,beh quello che

naturalmente mi ha impressionato è stata l’intensità del disegno e la buona qualità del

doppiaggio al contrario dei cartoni animati che vengono trasmessi attualmente che mancano di

contenuti e di sentimenti..ecco perchè forse la mia generazione ricorda con nostalgia gli anni 80.

sabato, 8 agosto 2009
The Curse of the Cat People-Il giardino delle streghe

Qualche notte fa,

presa da un’insonnia improvvisa, ho pensato di accendere la TV in cerca di qualche film interessante..

Mi sono ritrovata in una vecchia rete locale proiettata in questo vecchio film:

“Il giardino delle streghe”-Titolo originale The Curse of the Cat People

si tratta di un film del 1944 diretto dai registi Gunther von Fritsch e Robert Wise,

seguito di Il bacio della pantera.

Narra di una bambina, Amy convinta che il mondo che la circondi sia magico.

Questo è un film che mi ha molto colpito, prima di tutto per l’atmosfera fantastica a tratti Horror e poi perchè rievoca in me la storia di “Alice nel paese delle meraviglie” ma anche del “Giardino segreto“. Anche in questo film la protagonista è una bambina dotata di una spiccata fantasia è ambientato in un giardino e ci sono oggetti magici.

Sicuramente un film datato ma allo stesso tempo caratterizzato da una straordinaria modernità.

Ecco qualche immagine del film e di altri film hollywoodiani che hanno come centro della storia un giardino e un mistero:

The Curse of the Cat People

Il giardino di gesso (1964)

un film di Ronald Neame con John Mills, Deborah Kerr,

Edith Evanson, Hayley Mills.
Un film davvero interessante e ricco di colpi di scena con una bravissima Hayley Mills.

Il giardino segreto